Hashtag famosi, scopriamoli insieme

Sei convinto che le immagini e i post che condividi su Instagram e Facebook siano realizzate con la giusta tecnica e siano capaci di coinvolgere ed evocare le giuste emozioni.
Eppure, i contenuti che condivi non hanno la visibilità che vorresti, e tu credi di meritare maggiore popolarità sui social.
O, magari, stai cercando di coinvolgere maggiormente i potenziali clienti della tua azienda, di arrivare a un bacino d’utenza più ampio, e aspiri a maggiori follower per la pagina della tua attività.

Come fare allora? I social ti offrono diversi strumenti per dare maggiore eco a ciò che pubblichi, e uno di questi è sicuramente l’hashtag.

Un hashtag è nient’altro che un aggregatore tematico: lo possiamo immaginare come una etichetta che accomuna i messaggi e i contenuti sui social che trattano lo stesso argomento, o fanno parte del medesimo tema.
Usare gli hashtag giusti ti consentirà di dare una maggiore visibilità ai contenuti che condividerai sui Social, e questa maggiore risonanza significa per te più Like, maggiore interazione e più follower!
Ma perché accade ciò? Perché l’hashtag è così fondamentale per farti trovare, o far trovare la tua azienda, ai milioni d’internauti?
Perché gli utenti ricercano, e quindi arrivano, ai contenuti a cui sono interessati spaziando tra gli hashtag tematici.

Ecco perché gli hashtag devono essere “giusti”! Quando associ un
hashtag a un’immagine o un contenuto che condividi sul tuo profilo, assicurati che questo sia inerente.
Utilizzare hashtag che ben poco hanno a che fare con il contenuto può darti l’impressione di lanciare lontano l’esca e intercettare più utenti, ma in realtà non è così: stai solo capitalizzando male le risorse che Instagram ti offre!

Inoltre, sicuramente saprai già che Instagram ti permette d’inserire massimo trenta hashtag.
Forse ora stai pensando che non è vero, perchè ti è capitato spesso di usare più di trenta hashtag, mai sari quali sono gli
Certo, puoi inserirne di più, ma questo implica però che nessuno dei tantissimi e bellissimi hashtag che avrai
scelto sarà visibile e quindi ricercabile dagli utenti.
Con gli hashtag vale la regola d’oro della moda: less is more.
Infatti, con i nuovi algoritmi Instagram “premia” i contenuti con pochi hashtag associati, mediamente tra i cinque e i dieci.

E ora scommetto che sei lì a pensare ai cinque hashtag più famosi che conosci, come ad esempio #picoftheday, #like4like, e chi più ne ha più ne metta … SBAGLIATO!
Evita l’utilizzo di hashtag troppo popolari, generici e che hanno come unico tema i follower e i Like: ciò poteva andar bene fino a qualche tempo fa, ma non con gli algoritmi aggiornati d’Instagram.
Scoprirai di avere maggiore risonanza grazie ad hashtag di media popolarità e più attinenti al tema del tuo contenuto.
Se ad esempio sei appena rientrato dalle ferie e vuoi condividere sul tuo profilo Instagram una bellissima foto della
tua scrivania super ordinata (scrivania che hai riordinato solo per scattare la foto, ma questo i tuoi follower non lo sanno), con una tazza di caffè e l’agenda già piena di appuntamenti, prova a usare hashtag come #ilovemyjob, #business o #office, che sono effettivamente gli hashtag più famosi
O ancora, vuoi pubblicare una foto scattata quest’estate per mostrare al mondo che anche tu, con un pò di
ferie, riesci ad acquisire un colorito sano? Buttati su hashtag come #sunny, #instasummer, #beach e #instabeach.

Navigando un pò in Internet, troverai aggiornamenti mensili sugli hashtag molto in uso tra gli utenti, ma ricorda sempre di selezionare i più attinenti ed evitare i troppo inflazionati.

Inoltre, cerca di non usare sempre gli stessi hashtag: avrai maggiori possibilità di farti conoscere da nuovi utenti e acquisire così nuovi follower.

I tuoi follower ammireranno la tua creatività e penseranno tu sia così cool da non usare quei soliti, generici, hashtag.
In realtà, tu hai seguito i consigli che hai appena letto e sei un passo avanti!