Come arredare il soggiorno

Il soggiorno è una delle stanze di casa più importanti, perché non solo ampiamente vissuto ma perhcé è l’ambiente che ospita eventualmente amici e parenti durante le cene e i pranzi in compagnia. Arredarlo e decorarlo nel modo giusto è quasi considerato un must.

Cosa mettere in salotto?

Se la famiglia è numerosa come prima cosa avremo bisogno di un grande divano e di un paio di poltrone almeno per assicurarsi che tutti abbiano un posto comodo dove sedersi.

Se lo spazio è piccolo, si risolve il problema con dei pouf, un modo intelligente per ritagliare spazio extra. Tra l’altro essi possono essere riposti facilmente nei momenti in cui non occorrono più.

Se siamo abituati ad intrattenere gli ospiti in salotto, è una buona idea avere alcune poltrone leggere che possono essere spostate quando le persone aumentano. L’ideale sarebbe procurarsi anche dei piccoli tavolini o tavolini: soluzione astuta per dare agli ospiti un angolino dove posare le loro bevande.

I mobili del soggiorno

Per quanto cocnerne i mobili, tutto dipende dalle dimensioni del tuo salotto e da come usualmente essa viene usata. Ad esempio, salotti di piccole dimensioni possono richiedere di posizionare mobili contro le pareti per garantire che ci sia spazio sufficiente per muoversi senza il rischio di sbattere i loro stinchi sul tavolino.

Idealmente è necessario uno spazio di almeno 50 cm tra ogni mobile per consentire un passaggio dai vari punti del salotto, quantomeno ottimale.

Se poi c’è un po’ più di spazio con cui giocare, i mobili possono stare lontani dalle pareti per creare un’accogliente area salotto. Questo si addice bene negli ambienti aperti, aumentando lo spazio nei punti in cui pranzare, cucinare e studiare. Inoltre, se la parte posteriore del divano non è molto bella da guardare, si può tenere nascosta dietro una consolle bassa sormontata da oggetti decorativi.

Gli accessori in soggiorno

Un accessorio particolare su cui focalizzarsi è sicuramente un buon tappeto che aiuta a rendere più intimo lo spazio. In tal senso si possono mettere i piedi anteriori dei divani e delle sedie sul tappeto, lasciando invece fuori le gambe posteriori, per dare un tocco più uniforme ai mobili.

Se il salotto è il posto principale in cui guardiamo la tv, è ovvio che i posti a sedere devono essere strategici, per dare una buona visuale della televisione, e a distanza ideale che non richieda a chi guarda lo schermo di strizzare gli occhi. I soggiorni senza TV ti danno la libertà di selezionare un punto focale esteticamente più gradevole, che si tratti di un camino d’epoca, uno specchio decorato o un tavolino da caffè.

Se abbiamo una TV ma non vogliamo tenerla in vista quando non la guardiamo, possiamo sempre nasconderla dietro le porte di un mobile TV attraente.

Come conservare il soggiorno

La buona conservazione del soggiorno è importante: il disordine e l’utilizzo quotidiano stanno sempre in agguato, per cui è fondamentale che ogni cosa abbia il posto giusto.

Un tavolino con cassetti o un ripiano nascosto sono ideali per tenere i telecomandi a portata di mano ma non in vista. I poggiapiedi che si aprono per rivelare un vano portaoggetti segreto sono un altro trucco per l’ordine, soprattutto in salotti di piccole dimensioni.

Le scaffalature aperte sono perfette per libri e ornamenti, ma sono anche utili cassetti o armadi in cui  riporre oggetti come computer portatili e altri oggetti che non vogliamo mostrare. Ricordarsi di lasciare molto spazio per quei mobili con porte o cassetti da aprire di continuo.

I colori e l’illuminazione

Per i colori più in voga nei salotti del 2019, c’è da dire che non si sbaglia mai con una base tenue, motivo per cui le  idee richiamano a nuance come il grigio o tutte quelle di carattere neutro.

Inoltre, i soggiorni sono spazi multifunzionali, quindi hanno bisogno di illuminazione per tutti i diversi compiti che vengono svolti. Innanzitutto, occorre una lampada a sospensione a soffitto, che illumini la stanza nelle ore più buie del giorno e quando la famiglia è ancora tutta in fermento.

Lampade da parete e da tavolo daranno una luce più tenue quando è il momento di rilassarsi. Una lampada da lettura regolabile accanto a una comoda poltrona permetterà ai lettori di concentrarsi sul loro libro senza abbagliare il resto della stanza.

Un salotto formale in stile moderno richiede un’illuminazione decorativa per stupire, sia che si tratti di una lampada standard o di un lampadario di design.

È una buona idea, infine, avere almeno due circuiti elettrici per l’illuminazione del soggiorno, uno per la luce principale e uno per l’illuminazione più morbida, oltre ad un dimmer per poter controllare il livello della luce in base all’ora del giorno.

 

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *