Sony acquisisce Bungie: dettagli e curiosità di questa operazione nel mondo videogiochi

Sony Play Station ha acquistato Bungie, un importante azienda statunitense di videogiochi che in passato ha fatto parte anche del mondo Microsoft. Forse una risposta alla proprietaria di XBox e anche partner nel mondo giochi PS4 e PS5.

Le perplessità di Sony sull’acquisizione di Activision Blizzard in realtà erano state chiarite da Phil Spencer, Ceo di Microsoft Gaming. Anche se collaborano con tanto di contratto da rispettare, le due grandi società di elettronica e gaming procedono con una crescita a strade separate. Sono concorrenti ma sono anche partner, ciò è dovuto soprattutto ai gamers fedeli dei videogiochi tanto su piattaforme PS quanto su Xbox.

Dichiarazioni attorno all’acquisizione Bungie

L’accordo tra Sony Interactive entertainment e Bungie vale 3,6 miliardi di dollari. Un ingresso che ha fatto crescere le azioni Sony del 4,3%.

Ecco le prime affermazioni riportate dai giornali su Bungie, nuova realtà di SIE. Diventa a tutti gli effetti una filiale ma indipendente, avrà un consiglio di amministrazione composto PEte PArsons, Ceo e presidente, rimane l’attuale team di gestione dello studio.

Sono interessanti i progetti di Sony su Bungie, nel senso che vuole che diventi o che rimanga uno studio multipiattaforma. Avrà la libertà di auto pubblicare e raggiungere i giocatori ovunque essi scelgano di giocare, ciò fa comprendere che ci sarà una rivoluzione per l’offerta gaming mobile.

I presupposti di una lunga collaborazione

Abbiamo collaborato con successo con Bungie fin dall’inizio del franchise di Destiny, spiega Jim Ryan, presidente e Ceo di Sony Interactive Entertainment. Destiny è uno dei videogiochi importanti prodotti da Bungie Studios.

Sono importanti le frasi successive dove si parla di una strategia, quella di Sony, per espandere la portata di PlayStation ad un pubblico molto più ampio. Chi ha seguito la reazione di Sony all’acquizione Activision di Microsoft, sa che la divisione gaming del colosso giapponese era preoccupato per la perdita di utenti su un gioco importante convidivo e presente su PS4 e PS5, Call of Duty.

Da Bungie come da Microsoft quello che sta ottenendo è un pubblico ampio a cui da però la disponibilità di videogiochi importanti multipiattaforma. Questa la frase importante che riportiamo, “capiamo quanto la comunità di Bungie sia vitale per lo studio e non vediamo l’ora di sostenerli mentre rimangono indipendenti e continuano a crescere. Come Bungie, la nostra comunità è al centro del DNA di PlayStation, e la nostra passione condivisa per il giocatore e la costruzione del miglior posto per giocare si evolverà ulteriormente”. (Fonte: Multiplayer.it)

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.