Huawei P40 Pro: la recensione completa

Se sei un appassionato di Huawei, il P40 Pro è sicuramente una scelta obbligata. Lo smartphone offre un design lussuoso e una batteria a lunga durata davvero interessante.

La fotocamera dello Huawei P40 Pro è una delle migliori che abbiamo mai usato, offrendo prestazioni notevolmente migliorate in scenari di scarsa illuminazione e offrendo una forte modalità “inquadra e scatta” che ti consente di ottenere foto di bell’aspetto ogni volta che premi il pulsante di scatto.

Scheda tecnica in breve

Prezzo Huawei p40 pro: a partire da 749 euro

Larghezza Huawei p40 pro: 72,6 mm

Altezza Huawei p40 pro: 158,2 mm

Profondità Huawei p40 pro: 8,95 mm

Peso Huawei p40 pro: circa 209 g (inclusa la batteria)

Design e visualizzazione

Questo è il telefono più bello che Huawei abbia mai rilasciato. Sembra uno smartphone premium quando ce lo hai in mano e utilizza materiali simili ad altri telefoni di fascia alta che puoi acquistare in questo momento.

Il P40 Pro è dotato di quello che Huawei chiama “Quad-curve Overflow Display”, il che significa essenzialmente che ha un vetro curvo su tutti e quattro i bordi. Abbiamo visto alcuni telefoni con lati curvi – è una caratteristica di design che risale al Samsung Galaxy S7 Edge – ma con Huawei P40 Pro ottieni anche bordi superiori e inferiori curvi.

Tuttavia, il display stesso si curva solo ai lati, non nella parte superiore o inferiore del telefono, dove è solo il vetro in alto ad essere curvo. Ciò conferisce al telefono una sensazione unica, ma non cambia molto l’aspetto dello schermo del telefono.

Ci sono ancora cornici molto sottili nella parte superiore e inferiore e, sebbene sembrino più sottili rispetto ai telefoni concorrenti, non è una differenza drastica rispetto, ad esempio, al Galaxy S20 Ultra.

Lo schermo da 6,58 pollici dell’Huawei P40 Pro ha una risoluzione di 1200 x 2640, che non è proprio Quad HD ma equivale a una densità di pixel di 441ppi, che è leggermente inferiore rispetto alle attuali ammiraglie di altri marchi.

Per fare un confronto, il Galaxy S20 Plus arriva a 1440 x 3200 e 525ppi, mentre l’iPhone 11 Pro ha 1125 x 2436 pixel e 458ppi.

La telecamera

Se c’è una cosa che ha fatto risaltare i telefoni della serie P di Huawei dalla massa, è la tecnologia della fotocamera. I telefoni P20 e P30 hanno alzato l’asticella per quanto riguarda la fotografia mobile e Huawei sta cercando di alzarla di nuovo con il P40 Pro.

La configurazione della fotocamera con marchio Leica comprende fotocamere primarie da 50 MP f/1,9 e ultra-grandangolari da 40 MP f/1,8 e una fotocamera con teleobiettivo da 12 MP in grado di zoom ottico 5x o zoom digitale 50x.

C’è anche un sensore del tempo di volo (ToF) per creare effetti bokeh negli scatti in modalità ritratto.

Huawei continua a utilizzare un sensore RYYB per la fotocamera principale, quello utilizzato qui è il più grande che Huawei abbia mai usato ed è più grande di quello trovato sul Galaxy S20 Ultra. Il design del sensore RYYB (Red, Yellow, Yellow, Blue) è un’alternativa al più tradizionale filtro “Bayer Pattern” rosso, verde, verde e blu sulla maggior parte dei sensori della fotocamera e, in teoria, consente al sensore di raccogliere più luce.

Utilizzando il pixel binning (in cui quattro dei pixel del sensore vengono combinati in uno più grande, consentendo prestazioni migliorate in condizioni di scarsa illuminazione a scapito della risoluzione) la dimensione effettiva dei pixel è di 2,44 μm e abbiamo scoperto che le fotocamere del P40 Pro hanno prestazioni fenomenali in condizioni di scarsa illuminazione.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *