Guida al tritatutto elettrico

Come si utilizza e le differenze sostanziali tra tritatutto e frullatore

Il tritatutto è uno strumento molto utile e pratico. Oltre a permettere di ridurre il tempo di preparazione dei cibi, risulta anche più sicuro di maneggiare coltelli. Cosa fa un tritatutto? Sminuzza il cibo; la maggior parte dei tritatutto sminuzza quasi tutto, compreso il ghiaccio. I tritatutto sono disponibili in una grande varietà di modelli e dimensioni. Non importa quale si sceglie: il tempo di preparazione del cibo sarà notevolmente ridotto. Un accessorio da cucina davvero utile per la tua casa. A proposito di casa, ecco 5 consigli riguardo all’arredamento rustico. 

Le funzioni generali dei tritatutto

Che sia manuale o elettrico, i tritatutto svolgono tutti la stessa funzione: tritare il cibo in pezzi più grossolani o più sottili. Alcuni utilizzi comuni del tritatutto sono: tagliare le cipolle, il sedano, l’aglio, le carote; tritare erbe e spezie solide; preparare salse e condimenti; guarnire i piatti; fare briciole di pane o di crackers.

La struttura dei tritatutto

Il tritatutto ha generalmente dimensioni più ridotte rispetto ad un frullatore o ad un robot da cucina. È composto da un motore e da un contenitore dalla forma cilindrica, che può essere realizzato in vetro o in plastica. Ci sono sia modelli verticali, dove il motore è situato sopra la ciotola, sia modelli orizzontali, il cui motore è posto lateralmente; questi ultimi occupano meno spazio e consumano molto meno quindi hanno un dispendio energetico più ridotto.

Come funzionano i tritatutto?

L’operazione di sminuzzamento viene svolta dalle lame, lunghe e parallele, che sminuzzano più velocemente anche i cibi più solidi. Da non sottovalutare il numero delle lame, che può andare da 2 a 6 a seconda dell’uso che si vuole impiegare. Maggiore sarà il numero di lame, minore il tempo impiegato nello sminuzzamento dei cibi. Le lame possono essere sostituite da un disco emulsionante, che si utilizza quando dobbiamo preparare una salsa che richiede appunto un procedimento di emulsione, come ad esempio la maionese o la panna montata.

Differenze sostanziali tra tritatutto e frullatori

Tritatutto e frullatore elettrico sono simili nel design; tuttavia si differenziano per dei dettagli pratici e tecnici. Il tritatutto ha una struttura più compatta ed un contenitore meno capiente, il che non è necessariamente un difetto: le dimensioni contenute permettono di sminuzzare finemente il cibo, procedimento che con il frullatore non sarebbe possibile. Mentre nel tritatutto le lame sono lunghe e parallele, nel frullatore sono più corte; tale differenza riflette la diversità di prodotti da lavorare: nel tritatutto non è possibile realizzare bevande come smoothies o frappé; con il frullatore è impensabile sminuzzare verdure dure, chicchi di caffè o bucce di formaggio.

Se stai pensando di acquistare un tritatutto, puoi trovare un tritatutto adatto alle tue esigenze cercando su questo sito le recensioni dei migliori Tritatutto elettrici professionali

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.